Per la terza volta consecutiva Maria Grazia Alemanno si è laureata Campionessa Italiana Assoluta di sollevamento pesi. A Nuoro, dove domenica scorsa si è svolta la competizione nazionale, l’atleta copertinese ha conquistato il quarto titolo italiano assoluto

della sua promettente carriera, aggiungendo altri tre ori a quelli già ottenuti nel 2010 e nel 2009 nella cat. 69 kg e nel 2006 nella cat. 63 kg. Tesserata per l’ASD Body’s Training di Copertino, Maria Grazia ha disputato una gara perfetta, sollevando 71 kg nello strappo e 90 kg nello slancio, per un totale olimpico di 161 kg. Risultato che le ha permesso di salire sul gradino più alto del podio, davanti alla sassarese Grazia Piras (per lei un totale di 141 kg, un abisso rispetto alla salentina) e alla barese Veronica Liuzzi (140 kg).
«La differenza rispetto alla seconda classificata basta a raccontare che Maria Grazia ha gareggiato praticamente da sola – racconta il suo tecnico (nonchè zio) Franco Alemanno, presidente dell’ASD risultata per l’11° anno consecutivo prima società in Italia in questa disciplina -. Solo un infortunio avrebbe potuto fermarla, ma per fortuna è andato tutto bene. Sono orgoglioso di lei e di tutti i miei atleti in genere, perché gareggiano per il solo gusto di fare sport. Non hanno paura di fare sacrifici, si divertono e sono gratificati dai risultati. In un mondo in cui sempre più spesso si pratica sport con l’obiettivo di guadagnare soldi, sono fiero di aver trasmesso a questi ragazzi i valori fondamentali della pratica sportiva. È questa la mia vittoria più grande».
Agli Assoluti era presente anche un’altra atleta di Alemanno, Alessia De Pascalis, che si è piazzata 6^ nella cat. 63 kg sollevando 48 kg di strappo e 58 kg di slancio. Ma il tecnico salentino ha potuto gioire anche per i risultati ottenuti da un suo ex atleta: il copertinese Emanuele Greco, in forza alle Fiamme Oro, ha conquistato infatti l’oro nello strappo (120 kg), l’argento nello slancio (145 kg) e l’argento nel totale, nella cat. 69kg. Frenata invece da un infortunio (due settimana fa si è fratturata un dito del piede, ma si è presentata in pedana ugualmente), la figlia di Alemanno, Sara. L’atleta delle Fiamme Oro, e componente della Nazionale Italiana, ha dovuto accontentarsi di un 5° posto nella cat. 58 kg, ottenuto sollevando 65 kg nello strappo e 81 kg nello slancio.

CONDIVIDI