L’on. Teresa Bellanova in merito ai ritardi registrati circa il pagamento della cassa integrazione in deroga regionale ha scritto una lettera al Direttore INPS Regione Puglia e all’Assessore al Lavoro Elena Gentile.

Di seguito il testo della missiva.

“Gentilissimo Direttore Di Monde, Gentilissimo Assessore Gentile,

da qualche giorno diverse delegazioni di lavoratori operanti in differenti settori produttivi mi hanno contattato per rappresentarmi la problematica inerente il pagamento della cassa integrazione in deroga regionale.

Da circa cinque mesi queste persone non percepiscano il sussidio sopra citato.

Gli stessi lavoratori hanno tenuto a riferire che nella ricerca di informazioni e spiegazioni circa il ritardo accumulato, presso i diversi uffici regionali e delle diverse sedi INPS, sono emerse posizioni differenti che mettono in capo le responsabilità di questi ritardi ora agli uffici tecnici della Regione Puglia, ora alle stesse direzioni territoriali dell’INPS.

Appare evidente che esiste una contraddizione nelle informazioni fornite ed è proprio in merito a questo tema che ritengo utile fare chiarezza per non penalizzare ulteriormente i lavoratori, ma anche per non ingenerare confusioni che potrebbero inasprire maggiormente una situazione attualmente già tesa.

Queste persone sono duramente provate dalla perdita del posto di lavoro e versano, purtroppo, in condizioni di estrema difficoltà economica. Nella sopra citata interlocuzione, purtroppo, è emersa una situazione di vita aberrante, persone che non riescono più a pagare affitti di casa, bollette ed a mala pena riescono a far fronte alle esigenze alimentari familiari di prima necessità. Questi lavoratori attualmente sono privati finanche della facoltà di progettare l’immediato futuro ed il dato estremamente amaro è che tra questi vi sono, purtroppo, anche tanti giovani.

In questi mesi ho presentato diversi atti parlamentari, seguiti da lettere, per chiedere ai Ministri competenti quale fosse lo stato dell’arte in merito ai fondi destinati al sussidio di cassa integrazione per la Regione Puglia. Purtroppo come certamente saprete il precedente Governo Berlusconi ha inteso non affrontare alcuna problematica inerente le necessità dei lavoratori in oggetto e ciò ha ampiamente peggiorato la condizione lavorativa di queste persone.

In questa situazione ritengo sarebbe utile attivare ogni misura idonea a risolvere e chiarire questa situazione che sta creando non poche tensioni nei lavoratori.

Da parte mia mi rendo disponibile a lavorare fattivamente in seno territoriale e Parlamentare per contribuire a ricercare una soluzione concreta a vantaggio dei lavoratori salentini e pugliesi.

Certa di un Vostro pronto riscontro in merito, Vi saluto cordialmente.”

 

 

 

 

CONDIVIDI