Foto Antonio CastelluzzoUn altro componente di un’organizzazione criminale, scoperta dalle Squadre Mobili della Polizia di Lecce e di Caltanissetta, specializzata nell’immigrazione clandestina a livello internazionale, è finito in manette nel pomeriggio di ieri.

Si tratta di Hasmat Razai, 30enne, afgano. L’arresto è stato fatto dalla polizia tedesca, in collaborazione con l’Interpol e la Squadra Mobile di Lecce.
Il Razai è indagato in ordine ai delitti di partecipazione ad una  un’organizzazione a delinquere transnazionale, composta da 17 cittadini stranieri di nazionalità afgana, pakistana, romena e indiana, che, in concorso tra loro, favorivano l’ingresso e la permanenza nel territorio dello Stato di cittadini non appartenenti all’Unione Europea e l’emigrazione illegale degli stessi e di altri cittadini extracomunitari già presenti sul territorio italiano, verso altri Stati Europei quali Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Inghilterra, Norvegia, Portogallo, Svezia, Spagna.
L’indagine traeva origine dallo sbarco avvenuto in Porto selvaggio, località del comune di Nardò, il 30 agosto 2010, ed all’arresto nella flagranza di reato di tre cittadini georgiani GATENADZE Igor, GATENADZE Raul, SHAKHPARUNOVI Aleksandre, ritenuti responsabili del reato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

CONDIVIDI