Non solo l’arte del cibo, ma anche il cibo nell’arte. Ecco cosa propone il ricco programma della IV edizione di Cibo… non solo sapori – Puglia Food & Wine Festival, rassegna enogastronomica che ha preso il via mercoledì 28 dicembre 2011 e che si concluderà venerdì 30, all’interno delle sale del Castello Aragonese di Otranto.

Non solo degustazioni di alcune delle eccellenze ambasciatrici dell’immenso patrimonio enogastronomico pugliese, ma anche teatro d’autore per scoprire, all’interno della rassegna enogastronomica più attesa dell’inverno idruntino,  antiche usanze, tradizioni, identità e territori in rapporto al cibo. In scena, giovedì 29 dicembre 2011, alle ore 19.00, all’interno della Sala Triangolare del Castello Aragonese di Otranto, lo spettacolo “La storia di Taborre e Maddalena” di Enrico Messina, uno dei più grandi cantastorie italiani e Mirko Lodedo, musicista. Lo spettacolo narra la storia di due giovani, Taborre e Maddalena, che la sorte ha destinato a vite diverse. Fuggono dal loro impossibile amore e trovano rifugio in una radura del Gargano, presso la casa di un vecchio pastore che l’uomo ha costruito intorno a un albero di pere. Nell’incontro silenzioso dei tre, l’uomo offre ai due ragazzi un frutto poi, piantati i semi raccolti per tutta la sua vita, comincia la narrazione. E racconta loro la storia di un re d’un epoca lontana che aveva tre figli e un grande giardino con, al centro, un albero di pere… Il lavoro nasce dall’incontro di un attore e un musicista che, ritrovatisi intorno ad una tavola imbandita con cibi semplici, un piatto di grano cotto con il pomodoro, del pane, un bicchiere di “mieru”, pecorino e pere, hanno cominciato a raccontarsi. E le storie sono nate dai suoni piccoli della tavola: il suono delle posate nei piatti, il gorgoglio del vino che cade nel bicchiere, il tintinnio dei bicchieri che s’incontrano nel brindisi… per diventare musica e parole. Perché così nascono le storie: intorno a un tavolo, con i suoni e le parole semplici di chi si ritrova a condividere una cena, un pasto. Una produzione Armamaxa teatro – Casarmonica. Musica originale in scena di Mirko Lodedo (fisarmonica, oggetti della tavola). Chiude la rassegna, venerdì 30 dicembre 2011, il convegno “Il Vino made in Puglia: opportunità e prospettive future”, che vedrà tra i relatori Dario Stefàno, Assessore alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia e il concerto dei Ghetonìa, famosa band della Grecìa Salentina, in Largo Porta Alfonsina, sempre a Otranto. Tutte le info allo 080.430.11.50. Tutte le degustazioni e gli spettacoli sono a ingresso gratuito.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

17 + 10 =