Chi non ricorda il profumo del pane croccante appena sfornato dal forno di legna nei pressi di casa? Io, lo ricordo con affetto e nostalgia, come le cose buone di una volta, semplici e con ingredienti genuini!

Secondo una tradizione tramandata oralmente, il pane casereccio, dopo alcuni giorni, non conservava più la stessa morbidezza, anche se era più saporito, mentre se invece era ammuffito, si consumava necessariamente perché ritenuta comunque ‘una vera e propria grazia di Dio’, da non sprecare. Come narra una nota credenza popolare, a chi lo avesse mangiato, particolarmente se bambino, magicamente sarebbero apparsi i denti d’oro, i capelli ricci e magari pure biondi, proprio come quelli dei serafici angioletti.
Pane fatto in casa.
Ingredienti: 1 kg. di farina, 40 gr. di lievito di birra, possibilmente tre cucchiai di olio extravergine d’oliva, acqua tiepida e sale q.b.
Preparazione: adagiate sulla spianatoia la farina a fontana, sciogliete il lievito nell’acqua tiepida salata e versatelo delicatamente al centro della stessa, quindi impastate con l’aggiunta di acqua tiepida. Lavorate l’impasto per minimo 20 minuti energicamente, proseguendo fino a raggiungere una morbida consistenza e fatelo lievitare, coperto con panni di lana e per almeno 3 ore, poi con le mani umide prelevate la quantità ottimale per formare i pani, prima di disporli accuratamente nel forno già caldo e farli cuocere fino ad ottenere la crosta dorata.
Pane alle olive.
Ingredienti: 400 gr. di farina, 25 gr. di lievito di birra, 350 gr. di olive nere snocciolate, olio extra vergine d’oliva e sale q.b.
Preparazione: impastate la farina con il lievito e dopo che la pasta è ben lievitata, unite le olive ed impastate delicatamente affinchè siano amalgamate in maniera perfetta. Adagiate le forme di pane sulla placca infarinata del forno e lasciate ancora lievitare per quasi 20 minuti, quindi cuocete in forno caldo a 180° per almeno 30 minuti fino a quando la superficie non sia decisamente dorata.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

5 × 3 =