Foto Andrea StellaIl sindaco Paolo Perrone  chiarisce i motivi che hanno portato alla sospensione del concorso per istruttore di vigilanza, categoria C:  “Lungi da noi il desiderio di tenere appese 3700 persone che sperano in un posto di lavoro: potendo, assumeremmo davvero tutti, ma non possiamo farlo.

E, come se non bastasse, la legge 111 del 2011, la cosiddetta “manovra estiva”, ci impedisce anche di assumere i vincitori di quel concorso fino alla fine del 2012, stanti i parametri del Comune. Infine, non da ultimo, vogliamo sottrarre un argomento delicato come quello del lavoro alle polemiche e alle strumentalizzazioni da campagna elettorale. Ecco perché abbiamo deciso di sospendere il concorso per vigili urbani”.
Il sindaco di Lecce Paolo Perrone chiarisce ulteriormente il proprio pensiero a proposito della decisione di Palazzo Carafa di rinviare al prossimo anno il concorso per istruttore di vigilanza, categoria C, per il quale ben 3700 giovani hanno risposto al bando pubblicato dal Comune. “Si tratta di una decisione presa di concerto anche con buona parte dell’opposizione, ed è la strada più giusta da intraprendere, anche perché oltretutto bisogna ultimare il concorso per sei tecnici amministrativi”, conclude il primo cittadino di Lecce. “Ed infine è mia premura prioritaria sottrarre il concorso per vigili alle ostilità tra candidati: il lavoro è argomento troppo importante per farne argomento da campagna elettorale”.

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

uno × tre =