E’ stata presentata questa mattina a Palazzo Adorno la 43esima Stagione Lirica leccese, che ogni anno vanta presso il Teatro Politeama Greco, rappresentazioni d’eccellenza e protagonisti sulla scena degni di nota.

Una stagione lirica che è frutto di un accorato impegno da parte di tutti i partner che ogni anno propongono cultura attraverso opere di grande qualità e ora più che mai hanno dimostrato una grande responsabilità nel mettere in piedi la stagione nonostante il globale periodo di crisi che ha colpito cittadini e istituzioni.

E allora l’assessorato alla cultura della Provincia di Lecce, assieme alla fondazione Ico “Tito Schipa” hanno presentato la stagione che parte il 10 febbraio del prossimo 2012 con un’opera che da 30 anni non calcava il palcoscenico del Politeama Greco, ovvero “La Gioconda”.

Il melodramma in quattro atti racconta la triste storia di Gioconda una giovane veneziana e delle sue traversie a causa del suo amore per un principe genovese Enzo e della corte spietata di Barnaba il cantastorie.

L’opera nasce dall’estro di Amilcare Ponchielli su libretto di Arrigo Boito, firmato con lo pseudonimo di Tobia Gorrio e debutta nel 1876 alla Scala di Milano.
La “Gioconda” verrà rappresentata venerdì 10 e domenica 12 febbraio a Lecce con la regia di Petar Selem; e interpretata da Giovanna Casolla.

“L’Elisir d’Amore” è il secondo appuntamento; l’opera in due atti di Gaetano Donizetti verrà rappresentata giovedì 23 febbraio per le scuole e poi replicherà per tre giorni da sabato 24 a domenica 26 febbraio. Per quest’occasione, grazie ad un accordo con la fondazione ICO, la Provincia e l’associazione Amici della Lirica, è stato istituito un concorso per giovani cantanti lirici la cui finale verrà disputata questa sera al teatro Politeama alle ore 21.00 e dal quale usciranno fuori i protagonisti dell’opera.

Spazio ai giovani anche per la scenografia, di cui si occuperanno l’Accademia di Belle Arti di Lecce e i frequentanti ai corsi di scenografia teatrale. Regista d’eccezione sarà Tito Schipa Junior, figlio del celeberrimo tenore leccese.

La Stagione Lirica si chiuderà infine a marzo con la “Carmen”, l’opera passionale e sanguinosa in quattro atti di Georges Bizet, che debutterà il 7 e verrà replicata anche venerdì 9, sabato 10 e domenica 11 marzo. Questa volta la regia è affidata a Carlo Antonio De Lucia, mentre la direzione dell’orchestra è del maestro Filippo Zigante, che è anche il Direttore Artistico dell’intera Stagione Lirica.

“Siamo fieri e orgogliosi di questa Stagione Lirica” ha affermato l’assessore provinciale alla cultura Simona Manca. “Le difficoltà quest’anno sono aumentate in maniera enorme e non è stato facile mantenere l’impegno e assicurare ai leccesi e ai salentini un momento di cultura in cui rifugiarsi. Perché la cultura proprio in momenti di crisi è rifugio e sostegno e se è stato possibile questo, dobbiamo ringraziare tutti i protagonisti della stagione che continua ad essere di altissima qualità.”

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.