Albero con decorazioni europeeLa giunta provinciale, il prefetto Perrotta e il vescovo D’Ambrosio, si sono ritrovati questa mattina nell’aula consiliare di Palazzo dei Celestini per il consueto scambio di auguri natalizi. Novità di quest’anno l’albero europeo del progetto Christmas tree exchange decoration

Rngraziamenti per tutti da parte del presidente Gabellone, ai componenti della giunta e del consiglio provinciale ai collaboratori e a quanti prestano la loro opera all’interno delle istituzioni locali, compito sempre più difficile e impegnativo nel fronteggiare la crisi economica che attanaglia ogni ente. Un invito alla sobrietà e al contegno anche in questi giorni di gioia è stato il messaggio del presidente, soprattutto in forma di sostegno morale per chi non vive il Natale in serenità. Auguri per un futuro radioso a quelle famiglie vessate da problemi quotidiani e un augurio di maggiore solidarietà ai più bisognosi anche da parte delle istituzioni che fanno sistema per il bene del territorio.

Per Monsignor D’Ambrosio, la foschia che sta attanagliando questo momento storico, si diradi nel festeggiare il Natale  come festa essenziale dei bisogni e della dignità dell’uomo. E in virtù di tale dignità e della crisi, ci sia una maggiore solidarietà tra gli uomini, tra chi possiede di più a favore dei poveri. “Quello che avanza dallo ai poveri”, non solo le briciole dell’elemosina, ha specificato l’arcivescovo, ma una comune partecipazione agli averi per poter vivere una serenità collettiva. Altrimenti l’umanità si ritroverà ad affrontare una realtà fatta di corsi e ricorsi senza soluzione.

Il Prefetto Giuliana Perrotta si è complimentata con il presidente Gabellone per la capacità di aggregazione delle istituzioni locali, le prime ad essere “attaccate” dai disagi della popolazione nei momenti di grave crisi come quella che si sta vivendo. L’aggregazione e la condivisione dei problemi è un auspicio a tirare fuori il paese dai problemi contingenti. 

Al termine dei discorsi, il presidente Gabellone ha premiato con medaglie d’argento al merito i neo pensionati che hanno prestato servizio per la Provincia. Nell’aula gremita ha capeggiato l’albero di Natale del progetto “Christmas tree exchange decoration 2011,” ossia scambi di decorazioni per albero di Natale, promosso dal Centro di informazione Europe Direct  di Llangolen, una piccola cittadina del Denbigshire nel Galles (Inghilterra) e portato nel Salento dal Centro di informazione  Europe Direct-Eures della Provincia di Lecce.

Lo scopo del progetto è quello di educare i bambini all’Europa (il target sono gli alunni delle primary schools, età compresa tra i 5 e gli 11 anni),  per imparare, attraverso un’attività ricreativa e divertente, la lingua, la cultura, le tradizioni natalizie e le usanze di un altro Paese europeo. Il Centro Europe Direct-Eures della Provincia di Lecce ha diffuso il progetto sul territorio, comunicandolo a tutte le scuole di istruzione primaria di 1° grado della provincia di Lecce. E’ stato quindi redatto un bando con il quale il Centro Ed si è impegnato a sostenere con un contributo finanziario otto scuole sul territorio.

Hanno realizzato l’iniziativa gli Istituti comprensivi statali di Miggiano, Specchia, Corigliano d’Otranto, Acquarica del Capo, Zollino, Copertino, la Scuola primaria “A. Lecciso” di Carmiano e l’Istituto di cultura e lingue  Marcelline di Lecce. Le scuole sono state inserite in uno dei gruppi di scambio creatisi, ognuno dei quali comprendeva 35 scuole da 22 Paesi per un totale di 180 scuole provenienti da Belgio, Francia, Germania, Polonia, Romania, Spagna, Inghilterra, Scozia, Austria, Repubblica Ceca, Ungheria, Danimarca, Lettonia, Portogallo, Finlandia,  Irlanda, Malta, Cipro, Grecia, Slovacchia, Slovenia e Italia.

Ognuna delle 8 scuole salentine coinvolte ha preparato 35 decorazioni natalizie per le scuole del proprio gruppo di scambio e ha ricevuto, a sua volta, altrettante decorazioni dalle scuole degli altri Paesi; oltre alle decorazioni, gli studenti coinvolti hanno prodotto un “information pack” contenente tradizioni, musiche, curiosità  e ricette natalizie della propria regione, per poi riceverne altrettanti dalle scuole del gruppo di scambio. All’iniziativa sono state coinvolte 180 scuole in tutta Europa.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.