“Ci auguriamo che già nella prossima settima il Presidente Vendola dia seguito alla lettera del sindaco di Lecce Paolo Perrone per trovare una soluzione alle questioni dell’assistenza ai pazienti oncologici e dell’integrazione scolastica”.

Lo chiede in una nota il consigliere regionale salentino del Pdl, Roberto Marti.
“L’accorata lettera del sindaco Perrone – aggiunge Marti – merita di essere presa nella massima considerazione: oltre alla questione occupazionale che riguarda decine di famiglie di operatori che prestano assistenza oncologica e di operatrici dell’assistenza scolastica, non può consentirsi che vengano interrotti da parte della Asl di Lecce due servizi essenziali e determinanti per i malati oncologici e per i bambini disabili
Siamo certi che il Presidente Vendola, da sempre strenuo sostenitore delle ragioni dei malati e dei deboli, non tarderà a convocare la riunione chiesta dal sindaco Perrone con il direttore generale della Asl. Non si può dimenticare che anche i cittadini destinatari di questi servizi ad oggi interrotti, per tutto il 2011 (e forse anche per il 2012), hanno pagato 340 milioni di euro di tasse regionali in più per coprire il deficit della sanità pugliese. Non è tollerabile che a fronte di tasse sempre maggiori, vi siano servizi sempre minori e di peggiore qualità. Urge quindi un intervento da parte del Presidente Vendola”

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

9 − sei =