Foto Andrea StellaE’ stata una sorpresa quella di ieri per i carabinieri della stazione di Maglie, che durante alcuni controlli per la lotta allo spaccio di sostanze stupefacenti, hanno trovato 100 grammi di MDA, una droga sintetica simile all’Ecstasy, nella stanza di una studentessa di psicologia a Lecce.

E’ la prima volta infatti, che una tale quantità di droga di questo tipo, viene trovata e sequestrata dalle forze dell’ordine, che di solito hanno riscontrato questo genere di sostanza stupefacente, nelle discoteche e nei locali notturni.

 

Nel corso dei alcuni controlli, la compagnia di Maglie aveva fermato due individui in un paesino della zona, trovando addosso ad uno dei due 10 gr di marijuana e 1 gr di hashish. Successive indagini, hanno portato i carabinieri ad un appartamento di Lecce, in via S. Di Giacomo, dove il viavai di giovani era risultato sospetto.

Ottenuta l’autorizzazione ad una perquisizione domiciliare, le forze dell’ordine si sono così introdotte nell’abitazione sospetta, trovandola affittata a più persone, tra giovani e studenti universitari. Una delle stanze era occupata da Ilaria Marra, 20enne studentessa di psicologia e originaria di Galatina, che alla vista dei carabinieri, ha iniziato a opporre resistenza a che entrassero. Dopo però, una pacata opera di convincimento, ha acconsentito all’ingresso.

I carabinieri hanno subito notato in bella mostra un bilancino di precisione elettronico, diverse buste di cellophane della dimensione abituale per il taglio di sostanze stupefacenti, più una dose di marijuana. Inoltre, accanto a questi elementi, vi era una piccola cassaforte scura.

Alla richiesta delle forze dell’ordine di aprirla, la giovane ha affermato di non avere le chiavi e che la cassaforte apparteneva al suo fidanzato, subito dopo diventato ex, senza riuscire a spiegarsi meglio.

I carabinieri hanno perciò richiesto l’autorizzazione dalla procura per forzare la cassaforte e una volta aperta, hanno trovato i 100 grammi di MDA, parte confezionata in piccole dosi, parte in polvere e un’altra parte in pietra.

Ilaria Marra è stata perciò arrestata con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e condotta in carcere. Non si conosce l’identità del presunto fidanzato della giovane, per cui le accuse ricadono totalmente su di lei.

L’MDA è una droga solitamente utilizzata nelle discoteche e può essere assunta sia in pasticche o in polvere disciolta nell’acqua. Basti pensare che un quarto di grammo in un quarto di acqua, è sufficiente per provocare lo sballo, per cui la quantità sequestrata dai carabinieri, sarebbe potuta servire per tagliare dalle 100 alle 500 dosi per un ammontare economico altissimo, se si considera anche che una dose viene venduta ad un prezzo che si aggira tra le 50 e le 70 euro.

Un ottimo successo quindi per la compagnia di Maglie, che ha frattanto anche festeggiato il ritorno del suo comandante, il Maggiore Azzolini, dopo il brutto incidente che lo ha coinvolto lo scorso ottobre.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

19 − quattro =