“E’ un intervento particolarmente importante per il contesto in cui avviene e cioè in una delle città piu preziose di Puglia, uno dei contesti urbani più suggestivi. Ricucire le ferite in una bomboniera barocca come Nardò è una cosa che ci rende molto orgogliosi.

E’ un piacere aiutare una città a recuperare fino in fondo il proprio volto bello e le proprie funzioni”.
Lo ha dichiarato il presidente della Regione Puglia Nichi Vendola che questa mattina ha sottoscritto un accordo di programma con il sindaco della città di Nardò Marcello Risi per la realizzazione del programma integrato di riqualificazione delle periferie (Pirp). Un accordo di programma di tre milioni di euro, “risorse benedette” per Vendola che ha sottolineato l’importanza di una “programmazione urbanistica all’avanguardia che ci aiuta a ragionare sulla tutela del suolo come valore che non può essere messo in discussione da un consumo irrazionale di territorio”. “Risparmiare suolo non signigfica chiudere imprese edili – ha continuato Vendola – significa convertire le imprese ad un lavoro di recupero, di riuso e di riqualificazione del costruito perché continuare a fare crescere le città, anche in assenza di crescita demografica, è davvero una scelta sbagliata”. Sui Pirp poi Vendola ha detto che “contengono dentro di sè tutto, dal social housing all’edilizia sostenibile, dall’efficientamento energetico alla infrastrutturazione socioculturale”. Per Vendola infine lavorare per Nardò “è la conferma di un vecchio amore” avendo dedicato qualche anno della sua vita da parlamentare alle battaglie contro gli interventi di speculazione sulla costa di Nardò e avendo liberato la città “da alcune ipoteche ambientali pazzesche come la discarica di Nardò che ho avuto il piacere di chiudere”.

“Un intervento storico e importante” per il sindaco della città Marcello Risi che ha confermato anche il cofinanziamento da parte del comune di Nardò di un milione di euro.  L’area interessata dal Pirp è una delle aree più importanti della periferia della città. “Un intervento molto atteso da migliaia di cittadini che vivono in questo quartiere – ha sottolineato il sindaco – un quartiere simbolo della nuova immagine della città”. Tra gli interventi di riqualificazione, la ristrutturazione della Scuola dell’infanzia di via Marinai, la realizzazione di un’area attrezzata per il mercato settiimanale e un’ampia riqualificazione del verde pubblico.

“Con la sottoscrizione ddell’accordo di programma con il comune di Nardò – ha detto l’assessore allla Qualità del Territorio Angela Barbanente – continua il nostro sforzo per la riqualificazione delle città pugliesi attraverso la rigenerazione urbana che oggi è diventato il modo ordinario di intervento. E proprio utilizzare il Pirp come forma ordinaria di intervento della città esistente  ci rende in Italia una regione all’avanguardia”.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

quattro + 1 =