Lo Spettacolo Teatrale “Angeli Scalzi: una luce che scivola nel buio” andrà in scena il 21 Dicembre a Taviano dalle ore 18.30 nell’Auditorium Comunale “Tundo” presso le Scuole Medie, andando a concludere il ciclo di quattro serate che costituisce il saggio finale

del progetto di teatroterapia per disabili psichici portato avanti dalla Compagnia Teatro Solatia di Specchia diretta dall’Attrice e Regista Rosaria Ricchiuto in collaborazione con la Società Sorgente Srl.

L’ ingresso Gratuito. L’iniziativa ha avuto il patrocinio di Provincia di Lecce, Comune di Presicce, Comune di Racale, Comune di Taviano e Comune di Ugento. Mediapartner Telerama.

Lo spettacolo Angeli Scalzi, una luce che scivola nel buio, scritto da Rosaria Ricchiuto nasce da una riflessione su Alda Merini fatta a più voci con gli ospiti  delle Comunità Terapeutico Riabilitative per disabili psichici ed intellettivi gestite da Sorgente Srl.

La regista Rosaria Ricchiuto ha cucito il suo testo con  gli scritti di Alda Merini e di altri scrittori famosi e con gli scritti autentici degli stessi disabili che partecipano al progetto, legandoli a musiche e canzoni molto significative, realizzando uno spettacolo di teatro sperimentale veramente moto originale pur restando nell’alveo del buon gusto e del politicamente corretto.

Con “Angeli Scalzi: una luce che scivola bel buio”, senza distruggere l’esistente e senza demonizzare gli attuali sistemi di cura, si riflette sulle patologie psichiatriche e sulle vecchie strutture, ormai per fortuna chiuse dalla legge Basaglia (180/1978), affrontando un tema che costituisce un problema sociale di cui ancora oggi si parla davvero poco.