Dopo un restauro durato 4 anni, finalmente il Palazzo Vernazza Castromediano, sito in vico Vernazza vicino la chiesa di S. Matteo, torna al suo antico splendore e viene riaperto al pubblico. Un gioiello per la città di Lecce che vede restituito il palazzo più antico del centro storico, databile intorno al 1500.

Lo stabile, che è stato abitato per 500 anni e poi abbandonato nel 1971, ha subito un degrado sempre più evidente che ne aveva compromesso l’ordine statico e causato alcuni crolli di muri e soffitti. L’amministrazione, grazie ai fondi per “Lecce Barocca” del 2001 che hanno restituito anche la chiesa di S. Irene e altri elementi storici della città, ha avviato così una gara d’appalto, vinta da una ditta napoletana che ha eseguito i lavori. Sono serviti 3.300.000 euro per restaurare completamente il Palazzo Vernazza, sia dal punto di vista architettonico che da quelli funzionale e statico. Durante i lavori sono stati inoltre ritrovate alcune strutture murarie di origine messapica che sono state ristrutturate e saranno visibili al pubblico.

Adesso il palazzo diventa un centro culturale, destinato a mostre ed eventi. Ed è proprio con una mostra fotografica, che si taglierà il nastro venerdì alle 19.00 per la cerimonia di inaugurazione.
Non una mostra qualunque però, ma quella nientemeno che del fotografo di fama internazionale Uli Weber, un professionista vincitore del premio Hasselblad Master e collaboratore di numerose testate prestigiose, da Vouge a Elle, a Marie Clarie.

Uli Weber presenterà per l’occasione circa 70 scatti presi dal suo libro, nel quale sono raccolti i ritratti di tantissime star del mondo dello spettacolo nazionale ed internazionale. Si passa infatti, dagli italiani Raul Bova, Carmen Consoli, Achille Castiglioni, Gianna Nannini, Giorgia e Paola Cortellesi, agli artisti stranieri, quali Daniel Radcliffe, Bruce Willis, Sting, Hugh Grant, Keira Knightly e molti altri.

Ma soprattutto, vi sarà una sala dedicata alle meraviglie leccesi. Uli Weber infatti, in collaborazione con l’agenzia di comunicazione Co.M.Media. e con la sponsorizzazione da parte di GSF Capital, ha creato una vera e propria chicca, ovvero un calendario con 12 scatti di altrettanti punti della città di Lecce (di cui uno di San Cataldo), visti dalla prospettiva del prestigioso fotografo. Alcune immagini sono state infatti realizzate con piattaforme innalzate che hanno consentito di catturare alcuni pezzi di Lecce dall’alto.

Le immagini del calendario, che è a tiratura limitata e sarà donato dall’amministrazione comunale che ha patrocinato l’iniziativa, saranno quindi visibili in una sala di Palazzo Vernazza assieme a tutta la mostra fotografica, fino al 15 gennaio.

Uli Weber, ha affermato di essere “molto contento” e di voler “ringraziare tutti per il lavoro svolto. E’ iniziato tutto da quando io e mia moglie abbiamo preso casa qui nel Salento e ci siamo innamorati di questo posto, allora abbiamo pensato fosse giusto anche dare qualcosa.”

“Sono molto soddisfatto”, ha dichiarato invece il Sindaco Paolo Perrone, che ha presieduto alla conferenza di questa mattina assieme all’assessore ai lavori pubblici Gaetano Messuti e all’assessore alla cultura Massimo Alfarano. “E’ stata un’ attività lunga, un lavoro complesso e tuttavia interessante, perché ha portato a far rivivere il palazzo più antico della città di Lecce, un prestigiosissimo monumento. Ora, inaugurandolo con questo evento culturale di grandissimo spessore, vogliamo farne un centro di arte contemporanea.”

Da venerdì in poi sarà possibile visitare il Palazzo Vernazza Castromediano, con l’accompagnamento dei giovani dell’istituto Columella, che hanno collaborato ad uno stage formativo con la Lupiae Servizi.

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

uno × quattro =