Nell’ambito delle iniziative legate alla Giornata della Memoria di venerdì 27, il Comune di Lecce in collaborazione con l’associazione OasiMed propone “L’itinerario della memoria”.

L’iniziativa che coinvolgerà i giovani delle scuole medie ma anche i cittadini, consiste in una passeggiata con partenza in Piazza S. Oronzo e arrivo a S. Croce, lungo un percorso disseminato di tracce lasciate dalla comunità ebraica che per alcuni secoli ha vissuto a Lecce.

Una riflessione quindi non sulle immagini atroci dei campi di concentramento ma su quelle degli Ebrei con le proprie tradizioni e la propria cultura, con la loro vita all’interno di una città che tuttavia li ghettizzava in una zona nei pressi della chiesa di S. Croce.

L’antica Giudecca, come veniva chiamato il quartiere ebreo era uno dei tanti pezzi in cui era divisa Lecce ai tempi in cui la città viveva uno dei suoi momenti più importanti e proficui. Tra il 1400 e il 1500 la città era cosmopolita e in continuo fermento culturale ed economico, tanto da essere chiamata “alea Neapolis”, l’altra Napoli. In questo panorama viveva la comunità ebrea che però era oggetto continuamente di episodi di razzismo e violenza.

Della comunità semita leccese sono rimaste pochissime tracce visibili a livello architettonico e artistico ma è ancora  la toponomastica;  inoltre si hanno molti documenti antichi che dimostrano la vita nella Giudecca. Le guide di OasiMed che propone questa passeggiata già da alcuni anni in questo periodo e nel mese di febbraio, mostreranno la loro bravura nel raccontare e far rivivere attraverso le parole la vita della comunità.

Domani mattina toccherà alle scuole medie partecipare all’Itinerario della Memoria. Già molte scuole hanno prenotato la propria partecipazione a questa iniziativa che è molto importante per conoscere una parte della città a molti sconosciuta.

E per tutti i cittadini che vogliono condividere l’itinerario nel pomeriggio a partire dalle ore 17.00 potranno unirsi alle guide di OasiMed per scoprire la realtà storica della Giudecca leccese. Per partecipare all’Itinerario bisogna prenotarsi ai numeri dell’associazione – 0832 521877 e 3894358246 – dove verranno date anche tutte le relative informazioni.

Presso la sede di OasiMed in via Palmieri 47, sarà inoltre allestita una mostra fotografica sui campi di concentramento curata da Massimino Foto.

“L’amministrazione è entusiasta dell’originalità dell’evento,” ha dichiarato l’assessore al bilancio Attilio Monosi. “che ci permetterà di soffermarci su alcuni punti che non conosciamo. E’ importante dedicare questi eventi anche alle scuole. Io stesso ammetto di avere una carenza profonda delle tradizione e della cultura di questa città e iniziative come l’Itinerario della Memoria possono aiutare le nuove generazioni e conoscere la propria città e a sviluppare maggiore senso civico.”

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

cinque × 3 =