In dirittura d’arrivo l’iter di approvazione del disegno di legge su la “Nuova disciplina generale in materia di attività estrattive”. Le commissioni IV e V, riunite in seduta congiunta e presiedute rispettivamente da Aurelio Gianfreda

( IdV) e Donato Pentassuglia (Pd), hanno concluso l’esame dell’articolato, rinviando  l’approvazione del testo alla prossima seduta, in attesa del referto tecnico degli uffici dell’assessore al ramo, Loredana Capone, presente questa mattina alla riunione.
Dieci gli articoli esaminati, di cui cinque approvati a maggioranza con l’astensione del Pdl (articoli 21, 22 e 23 sull’autorizzazione alle attività di ricerca, articoli 25 sul risarcimento del danno, articolo 26 sulle cave di prestito) e i restanti all’unanimità.
In particolare la discussione si è soffermata sull’articolo 34, relativo alle sanzioni amministrative per chi esercita l’attività estrattiva in maniera “abusiva”, e che, su proposta del consigliere Michele Losappio (Sel), è stato integrato con un emendamento che fissa a 30 mila euro l’ammontare minimo delle sanzioni, da aggiornare periodicamente con apposita delibera della Giunta regionale.