Foto Andrea StellaIl portiere del Lecce Massimiliano Benassi ha ribadito oggi ai giornalisti, alla ripresa degli allenamenti, la sua estraneita’ al calcioscommesse, nel quale e’ stato chiamato in causa nei giorni scorsi dal giocatore Carlo Gervasoni.

”E’ una vicenda – ha ribadito – che mi ha fatto e che mi fa molto male. Ho saputo di questa storia in un modo orribile, leggendo di questo mio presunto coinvolgimento su un sito internet. In quel momento non sapevo cosa fare. Nella mia carriera avevo sempre sognato di finire sui giornali per una parata fatta, ma non certo per una vicenda del genere”. ”Lecce-Lazio – prosegue – era il piu’ bel giorno della mia carriera; da quella partita passavano tutti i miei sacrifici. Arrivavo dall’Interregionale ed esordire in serie A, a 29 anni, era un sogno: ora pero’ questo sogno si sta trasformando in un incubo. Non ho idea di come possa essere uscito il mio nome, non riesco a darmi una spiegazione”. ”Mi possono criticare come calciatore per una prestazione – conclude Benassi – ma nessuno puo’ mettere in dubbio la mia onesta’ e serieta’. Chi ha fatto uscire il mio nome me la paghera”’.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

undici − 5 =