“Molto proficuo e costruttivo l’incontro di APL (Alleanza per Lecce) in vista delle prossime amministrative a Lecce. E’ innegabile che il compito affidato a Paolo Pagliaro è stato ben svolto e, sempre più emerge sul campo, la voglia di svincolarsi dalle logiche partitiche dove è assente il momento democratico

e vige la logica del capo che decide per tutti. I Leccesi hanno compreso la necessità di doversi svincolare da scelte verticistiche e sono sempre più interessati ad una logica di confronto e di protagonismo finora soffocata dai potenti di turno”. E’ quanto dichiara il Consigliere Regionale Antonio Buccoliero a margine dell’incontro delle liste che compongono la federazione di APL.
“Solo il coraggio di osare ed un progetto politico autentico possono cambiare le sorti di una città fortemente ferita ed oltraggiata da scelte e comportamenti che nulla hanno a che fare con il bene e l’interesse pubblico. La vicenda del filobus, la questione dei palazzi di via Brenta, la pericolante situazione finanziaria dell’Ente costretto a svendere i gioielli di famiglia, la vicenda dei Boc non possono che indicare ad APL l’unica strada possibile: ANDARE DA SOLI !” 
“Non si potrà condividere alcun percorso diverso da questo – continua Buccoliero – la verità è che i Leccesi hanno aperto gli occhi e le orecchie ma, soprattutto la propria mente e, non vogliono più fidarsi dell’uomo solo al potere, chiunque esso sia. Hanno bisogno di collegialità e di verifiche continue, ma anche di scelte da assumere con consultazioni popolari sulle principali e strategiche scelte della città”.
“Il progetto politico di APL deve essere un progetto serio, non un lancio pubblicitario esclusivamente diretto a scalzare una classe politica per farne subentrare un’altra. Sarebbe sin troppo fallimentare e banale un discorso simile perché non cambierebbe il sistema. La città di Lecce ha sinora retto per la sua bellezza e per il suo appeal artistico e storico, ma va tutelata e fatta crescere in un solco di trasparenza e capacità amministrativa, mettendo in campo tutte le migliori energie e forze presenti nella città, fuori dagli schemi consolidati del centro-destra e del centro-sinistra. La città è universale e respira con il respiro di tutti i leccesi. Bisogna allora lavorare per cementare ed unire e non dividere”.
“Con questo desiderio – conclude Buccoliero – la base dei Moderati e Popolari si presenterà all’appuntamento del 21 e 22 gennaio in assemblea, sicura che non potrà che essere la posizione prevalente. APL è già coalizione, può camminare da sola e può affidare ad un proprio candidato o ad una propria candidata l’onore e l’onere di farsi interprete dei sogni e dei bisogni di tutti i leccesi e non dei leccesi di centro-destra o di quelli di centro-sinistra”.

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

17 + 4 =