Foto Antonio CastelluzzoIl Commissario Straordinario della Città di Gallipoli, dott. Vincenzo Petrucci, ha incontrato questa mattina presso l’Aula Consiliare della palazzina municipale di Palazzo Balsamo, un foltissimo gruppo (circa un centinaio di persone) appartenenti alle marinerie dell’intero comparto Salento

(Gallipoli, Porto Cesareo, Otranto, Ugento, S. Maria di Leuca). Nel corso dell’incontro i manifestanti hanno rappresentato le difficilissime condizioni in cui operano, particolarmente aggravate dagli ultimi provvedimenti governativi, lamentando in special modo l’eccessivo costo del carburante, notevolmente superiore a quello sostenuto da marinerie di altri paesi del Mediterraneo, come Francia e Spagna ed ulteriormente aggravato dall’imposizione dell’Iva. Inoltre gli stessi pescatori hanno avuto modo di evidenziare, quale motivo di ulteriore disagio, l’incidenza sui risultati della propria attività lavorativa derivante dall’obbligo dell’impiego delle reti a maglia larga. Per questo, al fine di affrontare nel dettaglio tutte queste problematiche, è stato richiesto un urgente incontro con il Presidente della Giunta Regionale, Nichi Vendola, affinché la drammaticità della propria situazione venga adeguatamente segnalata ad ogni livello degli organi di governo, sia locale che nazionale. La categoria ha altresì manifestato l’intenzione di proseguire la protesta con il fermo dei pescherecci fin quando non si otterranno concrete risposte sulle problematiche prospettate. Il Commissario Straordinario ha espresso tutto il proprio interessamento alla vicenda, nella consapevolezza tanto della difficoltà del comparto ittico quanto della rilevante importanza che lo stesso ricopre per l’economia non solo della città di Gallipoli. Per questo il dottor Petrucci ha tempestivamente dato comunicazione dell’incontro e di tutte le istanze evidenziate durante lo stesso al Presidente della Regione, al Prefetto di Lecce ed al Presidente della Provincia di Lecce.