Questa mattina, in Commissione lavoro si è svolta l’interrogazione dell’on. Teresa Bellanova la quale ha chiesto al Ministro del Lavoro su quali basi sarebbe stato compiuto il riparto delle risorse da destinare alla Puglia per far fronte ai costi della cassa integrazione e quali motivazioni

avrebbero portato il Governo a ridurre quelle utili alla cassa integrazione in deroga.

“Non si può assolutamente considerare soddisfacente” afferma la deputata salentina “la risposta del Viceministro Martone alla mia interrogazione. Si manifesta oggi in tutta la sua evidenza come il Governo precedente, nell’ignorare la crisi, non abbia tenuto nella dovuta considerazione l’incremento del 843% che la CIG in deroga in Puglia ha subito tra il 2008 ed il 2010”.
“È inaccettabile” prosegue la Bellanova “ridurre i fondi da destinare al sostegno a questa vastissima platea di lavoratori, perché questo vuol dire di fatto negare il necessario supporto a tantissime famiglie in difficoltà, in un momento di crisi devastante”.
“Ritengo” conclude la parlamentare del PD “non sia più rinviabile la riforma degli ammortizzatori sociali.
Su questo tema, tuttavia, garantisco tutto il mio personale impegno. La battaglia per garantire alle lavoratrici ed ai lavoratori pugliesi una vita quantomeno dignitosa non si fermerà certamente d’avanti a questa risposta”.