Il consigliere regionale del PdL Saverio Congedo ha diffuso la seguente nota:”A margine delle dimissioni dell’assessore Ripa rassegnate per senso di responsabilità, è opportuno richiamare a chiarezza quanti hanno esultato in maniera piuttosto scomposta davanti al passo indietro

dell’ex titolare della Mobilità del Comune di Lecce.

Intolleranza e discriminazione sono atteggiamenti da condannare “senza se e senza ma”, di contro riflettere con apertura intellettuale, nel rispetto delle scelte di ciascuno e senza pregiudizi ma anche senza il ricatto morale del “politicamente corretto”, è utile a rendere più trasparente e franco il dibattito, a beneficio degli elettori anche delle primarie. 

Chiedo pertanto a Loredana Capone come intende tradurre in concreto l’idea di Paola Concia, sua testimonial elettorale, di rendere Lecce una “città friendly” che vanti un “bollino di inclusione verso le categorie sociali più esposte all’esclusione e alle discriminazioni” (dando per assodato il riferimento a situazioni diverse da quelle che colpiscono fasce deboli, disagiate e bisognose).

Di riflesso chiedo anche a Carlo Salvemini e Sabrina Sansonetti qual è la loro idea di famiglia, se intendono promuovere iniziative sul modello dei cosiddetti “registri per le unioni civili” o, comunque, forme di equiparazione di unioni diverse da quelle definite dalla nostra Costituzione quali ad esempio quelle gay.

E’ possibile avere una risposta lineare e concreta perché i leccesi possano compiere scelte non condizionate da retorica a buon mercato?”

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

cinque × 1 =