Foto Andrea Stella“La Juventus non ha ancora perso? Non credo che il Lecce si debba affidare solo ai grandi numeri, sarebbe riduttivo”. Il tecnico dei salentini, Serse Cosmi, cerca di far trovare gli stimoli giusti ai suoi uomini per compiere una vera e propria impresa.

”Siamo una squadra che vuole uscire da questo momento con un risultato importante – prosegue – contro un avversario molto forte e per questo si potrebbe pensare ad una sfida impari come valori. Invece dobbiamo credere in quelle che sono le nostre possibilita’ e qualita”’.
”Ho visto diverse partite della Juventus – insiste Cosmi – ed esprime, come nessuna squadra ha fatto sinora, tutta la sua qualita’ in modo corale. Per questo faccio fatica ad individuare un singolo giocatore bianconero su tutti”. ”Nelle tre gare sotto la mia gestione, nel reparto avanzato ho visto delle cose importanti contro avversari di valore. Questo sta a significare che il Lecce ha delle qualita’ che possono creare difficolta’ anche a difese forti, come nello specifico quella della Juve. Per venire a capo della gara confido sulle qualita’ che i nostri attaccanti hanno dimostrato”. Cosmi in chiave formazione, se da un lato sorride per il recupero di elementi importanti, dall’altro prende atto del forfait del difensore Carrozzieri, ancora fermo ai box: “Mi dispiace non poter contare su di lui, che non ha superato un problema che si porta dietro. Benassi e’ pienamente recuperato e domani tocchera’ a lui difendere i pali. Anche Bertolacci e Mesbah, che prima della sosta avevano accusato dei problemi, sono tornati disponibili”. Scontato il 3-5-2 di partenza con il duo Muriel-Di Michele a cercare di scardinare la granitica retroguardia bianconera.