Foto Francesco MoscagiuliE’ il giorno di Antonio Di Pietro nella corsa alle primarie del centrosinistra, in vista delle prossime elezioni amministrative del capoluogo salentino. Il leader dell’IDV è stato a Lecce per sponsorizzare la candidatura di Sabrina Sansonetti che domenica prossima contenderà a Loredana Capone

e Carlo Salvemini il ruolo di candidato sindaco per la coalizione di centrosinistra.
Con la scelta di Sabrina Sansonetti, spiega Di Pietro nel comitato di via Foscarini, l’IDV ha voluto imprimere una svolta anche alla politica leccese: “E’ necessario cambiare le facce della politica e aprire alle pari opportunità. Non siamo in guerra con gli altri candidati ma abbiamo proposto una candidatura più nuova: Sabrina Sansonetti viene dalla società civile, è una giovane, è una donna, è una professionista”.
La voglia di cambiamento che serpeggia nella società italiana viene tradotta così dall’IDV, in una proposta politica che però deve fare necessariamente i conti con i compagni di coalizione.
La foto di Vasto fa da sfondo alle scelte di Antonio Di Pietro e dell’IDV anche per quanto riguarda le primarie leccesi, ma senza condizionamenti: “La scelta del centrosinistra è quella di restare unito intorno ad un programma”. Nonostante le dichiarazioni di unità, Di Pietro non nasconde la voglia di essere e di apparire diverso e autonomo dal resto del centrosinistra senza risparmiare le stoccate al partito guidato da Pierluigi Bersani: “Qualche volta il PD si arrabbia, ma noi siamo più vivi e coerenti di loro. Per vincere le elezioni bisogna formare delle coalizioni, ma siamo pronti a fare delle scelte di campo nette e coerenti”.
L’ex pm non sembra più disposto a sporcarsi le mani: tradotto, niente più operazioni alla De Luca (candidato imposto dal PD alle provinciali in Campania). “A Palermo dovremo fare una scelta di campo: non staremo mai con Lombardo e con gli amici di Cuffaro. Per scegliere le candidature dobbiamo avere un occhio anche per i curriculae giudiziari”.
Sabrina Sansonetti rispecchia il candidato ideale per l’IDV: “Competente, capace e con le mani pulite”, è lo slogan con cui Di Pietro lancia la Sansonetti verso il confronto di domenica.
Dal canto suo Sabrina Sansonetti si dice pronta a rappresentare “una vera alternativa per Lecce portando avanti un modello di trasparenza e di legalità. Puntiamo sulle eccellenze e per questo vogliamo circondarci delle migliori intelligenze.”
Foto Francesco MoscagiuliL’Onorevole Di Stanislao, anch’egli presente al fianco della Sansonetti, sottolinea la volontà di far assumere a Lecce una “dimensione europea”.
Se Sabrina Sansonetti è una faccia nuova della politica, Di Pietro fa parte di questo mondo travagliato da un pezzo e a chi, come il Movimento dei Forconi Siciliani (in espansione al reso del Sud), chiede la decapitazione del’attuale classe dirigente denunciandone il totale fallimento, il leader dell’IDV torna a sottolineare la propria diversità e quella del suo partito rispetto al resto del quadro politico italiano: “non ci siamo mai svenduti al miglio offerente e in questi anni l’IDV ha fatto politica in difesa delle parti deboli del paese: il nostro impegno è cercare di risolvere i problemi dei cittadini”.
Per risolvere i problemi dei leccesi Di Pietro ha scelto Sabrina Sansonetti: per sapere se la sua faccia nuova e le sue mani pulite conquisteranno il pass per sfidare il centrodestra, servirà attendere domenica. Ora il peso delle primarie è tutto sulle sue spalle.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

3 × 1 =