Foto Antonio Castelluzzo”Non escludiamo nessuna iniziativa, anche giudiziaria nei confronti di Trenitalia. Le scelte compiute nell’ultimo mese sono andate nella direzione sbagliata”. Lo afferma il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, in una dichiarazione pubblicata sul sito internet dell’Ente.

”Con la soppressione dei treni notturni, la cancellazione dei collegamenti con il nord Italia, i drammatici licenziamenti conseguenti e la lievitazione delle tariffe – aggiunge il governatore – Trenitalia ha spaccato l’Italia in due pezzi, creando di fatto viaggiatori di serie A e viaggiatori di serie B. E questa e’ una scelta inaccettabile”. Vendola annuncia la volonta’ di promuovere un incontro con i consumatori, in particolare con l’Istituto pugliese per il consumo (associazione che raccoglie tutte le associazioni dei consumatori pugliesi), le associazioni datoriali e i sindacati. L’incontro si svolgera’ martedi’ 10 gennaio alle 11.30 nella sede della Presidenza della Regione Puglia al Lungomare Nazario Sauro a Bari e sara’ aperto all’Anci e a tutte le forze politiche. Obiettivo del confronto sara’ quello di individuare ogni possibile strumento per salvaguardare il trasporto pubblico ferroviario e il diritto alla mobilita’ dei cittadini e delle imprese pugliesi, ”esaminando ogni possibile iniziativa anche giudiziaria”, continua la nota. ”Tra queste, la possibilita’ di promuovere una class action”. All’incontro di martedi’ partecipera’ l’assessore regionale alla Mobilita’ Guglielmo Minervini.

CONDIVIDI