Foto Antonio CastelluzzoSi rifiuta di mostrare i documenti ai vigili urbani e li aggredisce, arrestato. Si tratta di Odemwnigie Matthew, 25enne nigeriano, accusato di  resistenza e violenza o minaccia a Pubblico Ufficiale.

Tutto è iniziato intorno alle 18 di ieri, quando una pattuglia della locale Polizia Municipale è intervenuta all’esterno di un supermercato del comune neretino, dopo una richiesta d’intervento da parte di alcuni cittadini. Sin dalle prime battute, il 24enne non si rendeva “collaborativo” nei confronti dei due agenti, rifiutandosi di declinare le proprie generalità, sostenendo, infatti “che i documenti li avrebbe esibiti solo al Padreterno”. Al fine di evitare il controllo, il 24enne opponeva subito viva resistenza riuscendo a darsi alla fuga, non prima però di aver esercitato violenza fisica direttamente contro la pattuglia dei Vigili Urbani intervenuti e averli minacciati con una bottiglia di birra. A quel punto i vigili inseguivano e bloccavano l’aggressore nei pressi della Stazione ferroviaria, e richiedevano anche l’intervento in supporto di una pattuglia della locale Stazione Carabinieri. Giunti sul posto, i militari prendevano in consegna il giovane e lo portavano presso il Comando Compagnia di Gallipoli. L’uomo veniva così arrestato e accompagnato a Borgo San Nicola.Ai due vigili aggrediti, visitati presso il locale nosocomio, venivano riscontrate lievi lesioni, giudicate guaribili in pochi giorni.

 

“Esprimo sentimenti di profonda vicinanza e solidarietà ai vigili di Nardò aggrediti, nella giornata di ieri, da un uomodi nazionalità Nigeriana”. È quanto dichiara il Presidente Antonazzo, intervenendo dopo che un cittadino nigeriano si rendeva responsabile di una aggressione e minacce nei confronti di una pattuglia della locale Polizia Municipale, intervenuta all’esterno di un supermercato del posto, a seguito di richiesta da parte di alcuni cittadini, con il solo fine di identificarlo.
Successivamente a tale episodio, personale dei Vigili Urbani, dopo aver inseguito e bloccato l’aggressore nei pressi della Stazione ferroviaria, richiedeva l’intervento in supporto di una pattuglia della locale Stazione Carabinieri. I militari accompagnavano il giovane presso i propri uffici, per gli accertamenti di rito, e, sentito il magistrato di turno, lo associavano presso la Casa Circondariale di Lecce. Ai due vigili aggrediti, visitati presso il locale ospedale, venivano riscontrate lievi lesioni, giudicate guaribili in pochi giorni.
“Questa ennesima aggressione – prosegue Antonazzo – l’ultima di una lunga serie di atti violenti nei confronti degli agenti di polizia municipale, dimostra come le Polizie Locali si trovino nelle condizioni, in alcune circostanze, di fronteggiare determinate situazioni, essendo maggiormente esposte a condizioni di pericolo”.
“Una ragione in più – conclude Antonazzo – per tornare a ribadire la vicinanza agli uomini e alle donne della Polizia Municipale, che ogni giorno, sono in prima linea nel fornire assistenza e sostegno all’intera cittadinanza”.

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

diciassette − 1 =