Detenzione ai fini di spaccio, per questo motivo ieri è finita in manette una donna leccese. Si tratta di Riotti Anna Maria, 53enne, già nota alle Forze dell’Ordine. I carabinieri la controllavano già da qualche giorno, proprio per un andirivieni sospetto dalla propria abitazione, che facevano supporre

un comportamento non proprio immacolato. Fino alla tarda mattinata di ieri, quando i carabinieri l’hanno colta con le mani nel sacco. Durante l’irruzione, la donna è stata sorpresa con in mano  complessivamente grammi 7,4 di cocaina, suddivisa in quattro confezioni: 3 da grammi 0,7 cadauna, e una quarta, del peso di grammi 5,3, tutte perfettamente confezionate e chiuse all’estremità con del nastro isolante. Nel corso, poi, della perquisizione domiciliare, veniva rinvenuto ulteriore materiale utile al confezionamento delle dosi: 3 nastri isolanti, due dei quali utilizzati per il confezionamento delle dosi recuperate nella disponibilità dell’arrestata, nonché, in cucina, all’interno di un cassetto, 2 involucri contenenti sostanza da taglio del tipo “mannite”, per un peso complessivo di grammi 15, e un bilancino di precisione perfettamente funzionante. La donna è stata accompagnata dietro le sbarre

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

16 − undici =