Venerdì 6 gennaio, alle ore 17.00, Astràgali Teatro festeggia l’arrivo dell’epifania con “Le straordinarie avventure di Gian Burrasca”. Lo spettacolo, per la regia di Fabio Tolledi, è la nuova produzione di teatro ragazzi di Astràgali e, a grande richiesta, torna sul palco del Teatro Paisiello dopo il successo riscosso nel suo debutto del 30 ottobre scorso.

Questo lavoro è liberamente tratto da “Il Giornalino di Gian Burrasca”, il famoso romanzo di Luigi Bertelli, in arte Vamba, di cui quest’anno ricorre il centenario dalla pubblicazione, che rappresenta un classico della letteratura per ragazzi. Il libro si presenta sotto forma di diario: il diario di Giannino Stoppani. Il protagonista Giannino, detto Gian Burrasca, ha nove anni e con il suo carattere irrequieto, annota in un diario gli avvenimenti della sua vita e della sua famiglia. Gian Burrasca, a causa del suo irrefrenabile comportamento, ne combina di tutti i colori. Restio ad ogni regola, Gian Burrasca scatena la sua irrefrenabile esuberanza, non risparmiando continui sconvolgimenti del mondo dei “grandi”. Lo spettacolo, per la regia di Fabio Tolledi, attraverso una serie di quadri dal forte e coinvolgente impatto visivo, fa emergere non tanto la vita del terribile Giannino, quanto la relazione tra il ragazzo e il mondo degli adulti che viene continuamente svelato e “messo a nudo”. Il Giornalino di Giannino diviene così la protesta e la rivolta di un bambino contro il mondo conformista e soffocante degli adulti. Ma è grazie all’umorismo e alla fantasia che Gian Burrasca non diviene una facile esaltazione del mondo infantile, ma invita ad uno sguardo intelligente e sensibile, capace di scrostarsi da ipocrisie e pedanterie, capace di mettersi in gioco con curiosità e passione. I bambini e i ragazzi fanno un’esperienza teatrale che produce una costante interazione con gli attori in scena, rendendo lo spettacolo un momento di incontro, relazione e stimolo del loro immaginario. Il Giornalino di Gian Burrasca è un libro dalla forte carica anticonformista, capace di declinarsi in maniera eclettica nell’attualità dei nostri giorni. Lo spettacolo ne recepisce la carica e l’esuberanza, rivolgendosi ai bambini, ma anche agli adulti, invitando a sorridere e riflettere insieme. “Il Giornalino di Gian Burrasca” – sottolinea Fabio Tolledi, regista dello spettacolo – viene pubblicato nel 1907, il che significa che Giannino è un ragazzo dell’89, quella generazione tristemente famosa perché travolta dalla carneficina della Prima Guerra Mondiale. Naturalmente il suo autore questo non poteva saperlo, pure per noi è stato impossibile non misurarsi con questo pensiero, leggere l’irrequietezza e il disincanto di queste pagine come una sorta di prefigurazione di quel che sarebbe avvenuto. Leggere teatralmente Bertelli – prosegue – è stata per noi un’esperienza interessante perché Gian Burrasca taglia il buonismo, l’incanto infantile, e fa i conti con una refrattarietà dell’educazione, con il fallimento del modello educativo, con la difficoltà a relazionarsi con un rifiuto, con una irriducibilità. La posta in gioco pare essere proprio l’incapacità di dichiarare la propria fallibilità su questo. Ancora – continua Fabio Tolledi nelle note di regia – per questo lavoro ho cercato di costruire uno spazio scenico che sia quello della striscia. Dove al centro non è tanto e solo Gian Burrasca, ma la situazione, sempre. Gian Burrasca è più che altro un pretesto. Centrale è la situazione, gli episodi, una umanità possibile, i tipi sociali che emergono dalla scrittura. Un modo anche per rendere più libero Gian Burrasca, per evitare di rendere così inchiodata la sua figura”. Le straordinarie avventure di Gian Burrasca per la regia di Fabio Tolledi vede in scena Lenia Gadaleta, Roberta Quarta, Serena Stifani, Fatima Sai, Antonio Palumbo, , Iula Marzulli, Gaetano Fidanza, Eleonice Mastria, Manuela Mastria, Tiziana Pezzuto, Simonetta Rotundo, Stefania Romano,Chiara Verardi. Pannelli a cura di Tiziana Pezzuto. Organizzazione: Ivano Gorgoni. Gli spettacoli in calendario rientrano nella stagione “Teatri Abitati” di Astràgali Teatro al Paisiello all’interno del progetto “Teatri Abitati: una rete del contemporaneo”, affidato dalla Regione Puglia al Teatro Pubblico Pugliese nell’ambito del FESR (Fondo Europeo di Sviluppo Regionale) 2007-2013. Ingresso 5 euro. Per informazioni e prenotazioni 0832-306194, 320 9168440.