Sabato scorso, all’interno della sala conferenze del comitato provinciale del Coni, si è svolto un incontro con le società pugilistiche presenti nella provincia di Lecce. Presenti alla riunione, il delegato provinciale della Federazione Pugilistica Italiana (Fpi), Sandro Turco, il rappresentante dei tecnici del comitato regionale Puglia-Basilicata, Francesco Stifani e i rappresentanti delle società, Salento Boxe, Amici del Pugilato, Boxe Lecce ed Helios Boxe, presenti a Lecce, la Beboxe di Copertino e la Alex Boxe di Tricase.

Dopo aver ripercorso le tappe e i numeri – in continua crescita – conseguiti negli ultimi mesi, si sono tracciate anche le linee guida per il 2012. In attesa di conoscere a breve i risvolti di alcune iniziative intraprese in collaborazione con il Comitato Regionale Puglia-Basilicata presieduto da Lorenzo Delli Carri, la provincia di Lecce, ha cominciato a disegnare un progetto sportivo interamente dedicato ai più giovani e quindi nella fattispecie dedicato alle categorie Schoolboy, Junior e Youth. Il primo punto affrontato, è stato quello di cominciare a cementificare il rapporto di sinergia tra le sei società leccesi (a breve peraltro, sorgeranno altre due nuove realtà pugilistiche, rispettivamente a Lecce e Taviano). Certificato il rapporto di collaborazione tra le diverse espressioni pugilistiche leccesi, di è disquisito anche sulle nuove figure che si stanno interfacciando con l’organizzazione di eventi pugilistici nel Salento: da Totò Carafa ad Antonio Santoro. Non sono mancati i dibattiti, anche su ciò che accade – sportivamente parlando – nel resto della nazione, anche in considerazione dell’imminente chiusura del quadriennio olimpico (2008-2012). “Si è trattato di un incontro decisamente costruttivo sotto molteplici punti di vista – commenta il delegato provinciale della Fpi, Sandro Turco – dopo aver archiviato un 2011 caratterizzato da un numero corposo di attività agonistica, abbiamo cercato di pianificare anche gli eventi del 2012 ma soprattutto ad iniziare a lavorare sinergicamente con l’intento di creare un progetto sportivo ideato per le categorie giovanili. A breve attueremo un torneo itinerante e condito anche da alcune sedute di guanti. Credo sia un modo importante per lanciare un messaggio di come si possa costruire una manifestazione pugilistica, coinvolgendo tutte le forze presenti sul territorio. Inoltre, di concerto con la BeBoxe di Copertino, sarà confermato l’appuntamento con il Campus estivo di pugilato: qualora non dovesse rientrare nel programma nazionale, riusciremo quindi a riproporre un evento che ha già riscosso notevole successo lo scorso mese di giugno e peraltro ideato ed ospitato dall’imprenditore alberghiero Attilio Caputo all’interno delle strutture ricettive della “Caroli Hotels”. Infine – conclude il delegato provinciale – il pugilato nella provincia di Lecce, prosegue a crescere con numeri interessanti e soprattutto grazie ai circa 50 atleti agonisti e da una corposa cifra costituita dagli amatori e dai tanti appassionati della boxe; negli ultimi anni la provincia di Lecce è tornata a parlare anche di professionismo, grazie alla presenza di tre pugili, i quali hanno potuto impreziosire la massima espressione della boxe”.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.