Sarà visitabile fino a domenica 15 gennaio, a San Francesco della Scarpa a Lecce, la mostra antologica dell’artista leccese “La pittura di Ennio Marzano (1904 – 1984)”, uno dei più grandi paesisti pugliesi del secolo scorso. Ancora qualche giorno disponibile, dunque, per accedere all’allestimento   promosso dalla Sezione Sud Salento di Italia Nostra, in collaborazione con la Provincia di Lecce e con la Banca Popolare Pugliese e con il patrocinio di Regione Puglia, Comune di Lecce, Comune di Parabita e Camera di Commercio di Lecce.

La mostra, che presenta oltre cinquanta opere, in gran parte inedite e prodotte nell’arco di sessanta anni di attività dell’artista, è stata curata da Antonio Cassiano, Ilderosa Laudisa e Marcello Seclì. E’ visitabile tutti i giorni dalle 9.30 alle 13 e dalle 16 alle 18.30, nei giorni festivi dalle 16 alle 20. La formazione di Marzano si è sviluppata a Napoli, dove si diplomò all’Accademia delle Belle Arti e, infatti, la sua produzione giovanile fu improntata al verismo naturalista della scuola napoletana. Dopo il suo trasferimento a Milano la sua pittura cambiò, producendo dei dipinti di grande rilievo artistico, dei paesaggi urbani vivaci e moderni. La sua ricerca professionale lo portò a  sperimentare e ad avvicinarsi ai movimenti astratti ed impressionisti. Gli ultimi anni della sua vita li strascorse nella sua terra e le sue opere della maturità racchiudono i segni di questo forte legame con la Puglia e la sua “natura segreta”. In occasione della mostra è stata presentata, inoltre, la pubblicazione “Ennio Marzano (1904-1984). L’opera ed i segreti della sua ricerca artistica”, a cura di Ilderosa Laudisa.