Continuano i controlli del NOE dei carabinieri di Lecce per contrastare il fenomeno dell’abusivismo edilizio. Ieri a Racale è stato denunciato un 66enne del posto, rappresentante di una ditta di arredi urbani esterni.

Secondo il NOE , nello stabilimento della società che produce e vende l’arredo urbano, vi sarebbero due tettoie di cemento e metallo di circa 300 metri quadrati, che sono state costruite senza autorizzazione edilizia e quindi abusive.

 

All’ufficio tecnico del comune di Racale tali tettoie non solo non erano segnalate ma non si sarebbero potute nemmeno realizzare per via di problemi di posizione. Il NOE ha perciò provveduto al sequestro delle due tettoie mentre il 66enne rappresentante della ditta è al vaglio dell’Autorità Giudiziaria.

 

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.