“Il maltempo che ha creato danni e disagi in tutto il Salento. Particolarmente colpita risulta la costa dove le mareggiate hanno portato via parti di arenile e distrutto stabilimenti balneari. Il presidente Vendola si attivi presso il governo nazionale perché venga dichiarato lo stato di calamità naturale”.
È quanto affermano il presidente del Gruppo Udc alla Regione Puglia, Salvatore Negro ed il capogruppo Udc al Comune di Lecce Wojtek Pankiewicz.

“Il maltempo – sottolineano i due esponenti Udc – ha colpito duramente le marine sia della costa ionica che del litorale adriatico: da Porto Cesareo a Gallipoli e da San Cataldo a Torre Chianca fino a Otranto dove il mare ha oltrepassato le dune raggiungendo anche le strutture balneari, mettendo in ginocchio la già provata imprenditoria del settore. Fra l’altro, secondo notizie di cronaca, non sarebbero stati emanati dispacci sull’allerta meteo. Difficile in questo momento fare una prima stima dei danni, ma se non ci saranno interventi urgenti e decisi il rischio è di vedere compromessa la prossima stagione turistica, con gravi ripercussioni su tutto il comparto. Per tali ragioni – concludono il presidente Negro ed il capogruppo Pankiewicz – è necessario che il governo regionale si attivi affinché venga dichiarato lo stato di calamità naturale. Allo stesso tempo, sollecitiamo anche il sindaco della città capoluogo Perrone a farsi parte attiva affinché ci siano interventi urgenti a favore delle marine leccesi”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

quattordici − 7 =