Probabilmente è un’abitudine piuttosto diffusa, quella di far timbrare il cartellino o badge, che dir si voglia, ad un complice compiacente per poi dedicarsi ad altre attività negli orari destinati, appunto, all’attività pubblica.

Il caso si è ripetuto a Soleto, dove A.C. 53enne del posto, lavoratore socialmente utile già noto alle F.P. ha incaricato un suo amico F.B 33enne concittadino del primo, di strisciare il badge nel palazzo comunale. Ma ad attenderlo, dopo averlo filmato c’erano i carabinieri della locale Stazione CC, che lo hanno bloccato con il badge in mano, identificandolo come non titolare dello stesso. Per i due naturalmente la denuncia per truffa aggravata in danno di ente pubblico.