Foto Antonio CastelluzzoRapina aggravata dal violento pestaggio: questa è l’accusa che ha fatto scattare le manette ai polsi di Tarik Ghouati, 32enne marocchino.  L’arresto è avvenuto nelle primissime ore di questa mattina, dopo una notte di estenuanti ricerche

, condotte dai carabinieri di San Cesario, insieme ai colleghi di Lecce e Casarano.

Tutto è iniziato intorno alle ore 23:30 di ieri, quando, in un’area di servizio di Lecce, un pensionato, 65enne originario di Tricase, ha offerto un passaggio in auto, una fiat Panda, ad un cittadino marocchino, ed è stato rapinato. Il pensionato è stato aggredito a calci e pugni dallo straniero e rapinato della sua vettura. La vittima, in forte stato di shock e sanguinante al volto, e’ riuscita a chiedere aiuto ad un automobilista di passaggio e ad avvisare le forze dell’ordine. Mentre il pensionato veniva trasportato al pronto soccorso di Lecce, i carabinieri già cercavano il malfattore, ed una pattuglia del Nucleo Radiomobile di Casarano ha trovato l’auto rapinata in un’area di servizio, a Torre Suda di Racale. In un bar poco distante e’ stato rintracciato lo straniero, Tarik Ghouati,  che e’ stato poi riconosciuto dalla vittima, nel frattempo dimessa dall’ospedale con la prognosi di 30 giorni per lesioni vari. Il malcapitato ha riportato la frattura di alcune costole e ferite al volto. Lo straniero e’ stato rinchiuso nel carcere di Lecce con l’accusa di rapina aggravata.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

nove + quindici =