“Questa mattina, presso la mia segreteria di Alessano, ho incontrato i membri del “Comitato PERCHÈ NO al San Raffaele”, alla presenza dei rappresentanti dei degenti e dei lavoratori delle RSA di Alessano e Campi, e delle Organizzazioni sindacali.” Sono le parole dell’onorevole Teresa Bellanova.

“Le Residenza Sanitarie Assistenziali rappresentano un imprescindibile strumento dell’offerta di salute nei territori. In provincia di Lecce, in questo momento, le due RSA gestite dal Consorzio San Raffaele, quella di Campi e quella di Alessano, che in questi anni grazie al lavoro di un centinaio di operatori hanno garantito servizi di assistenza medica, infermieristica e riabilitativa a tanti ospiti, rischiano la chiusura per la sopraggiunta scadenza dei contratti di gestione.
Non è ammissibile, tuttavia, che in attesa dell’espletamento delle procedure per i nuovi appalti, quei pazienti e le loro famiglie siano lasciati senza assistenza e quei lavoratori senza occupazione. Vanno tutelate la dignità della sofferenza e la dignità del lavoro, garantendo continuità e qualità del servizio.
Ritengo quindi estremamente necessario che per il momento si proceda a prorogare i contratti in atto, e che nella predisposizione dei nuovi bandi di gara vengano tenute nella debita considerazione le garanzie previste dalla stessa legge regionale nei confronti dei lavoratori fin’ora impiegati in queste due RSA.
In questa prospettiva, – conclude – sarebbe utile che anche l’Assessore Fiore incontrasse i rappresentanti del Comitato “PERCHE’ NO”, composto da dipendenti, ospiti, parenti ed amici del Consorzio San Raffaele.”

CONDIVIDI