Sono circa mille i prodotti di bigiotteria non a norma, perché privi dei requisiti richiesti dal Codice del Consumo, che sono stati sequestrati dai Finanzieri della Tenenza di Casarano, durante un controllo in un negozio del centro di Ruffano.

In particolare, sulle confezioni e sulle etichette dei beni sottoposti a sequestro, mancavano le indicazioni, in lingua italiana, della denominazione legale o merceologica del prodotto, del nome, della ragione sociale o del marchio del produttore o dell’importatore qualora il prodotto venga realizzato fuori dall’Unione Europea, dell’eventuale presenza di sostanze che possano arrecare danno all’uomo, alle cose o all’ambiente e delle eventuali precauzioni sull’utilizzo del prodotto in condizioni di sicurezza.
La titolare dell’attività sottoposta a controllo, una cinese di 27 anni residente a Ruffano, è stata denunciata ai competenti organi amministrativi per la violazione delle disposizioni del Codice del Consumo per la quale è prevista una sanzione amministrativa che può superare i 25 mila euro.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.