Ha cercato di disfarsi della droga gettandola dalla finestra, ma troppo tardi. I carabinieri se ne sono accorti e per Spadafina Marco, 21enne, di Nardò, accusato di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

I carabinieri lo controllavano già da qualche giorno, e ieri pomeriggio è scattato il blitz all’interno dell’appartamento del giovane neretino. I militari, dopo essere entrati nell’edificio e saliti al secondo piano, dove si trova l’appartamento del 21enne, mentre tentavano di entrare, venivano notati dal giovane, che violentemente chiudeva la porta d’ingresso. Il giovane, a quel punto, tentava di disfarsi di parte della sostanza gettandola dalla finestra che dava sul retro dello stabile. In quella zona, però, era stato posizionato un militare, il quale aveva  così modo di notare distintamente il 21enne mentre, dopo aver aperto la finestra, lanciava una busta in plastica di colore grigio, che veniva immediatamente recuperata.  Busta che conteneva 60 grammi di “Marijuana”. Una volta entrati, a seguito di perquisizione domiciliare, i militari operanti rinvenivano ulteriori Grammi 9,5 sempre di Marijuana, contenuta in un involucro di cellophane trasparente, una cassetta di colore blu, con all’interno delle forbici, le cui lame si presentavano intrise di sostanze stupefacenti, un bilancino di precisione, un taglierino, un trita erba e ulteriori grammi 13, sempre della medesima sostanza stupefacente, suddivisa in vari contenitori di plastica. Tutto il materiale e la sostanza recuperata venivano sottoposti a sequestro. Per il giovane si spalancavano così le porte di Borgo San Nicola

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

tre × 3 =