“Non e’ con la repressione che vanno affrontate le emergenze di questi giorni, nate con le proteste del movimento dei forconi e il conseguente blocco ad opera degli autotrasportatori, ma la situazione e’ cosi’ grave che sarebbe utile istituire una vera e propria “Unita’ di crisi sociale”

presso la presidenza del Consiglio dei ministri”. Lo afferma la senatrice Adriana Poli Bortone, cofondatrice di Grande Sud, secondo la quale si e’ in presenza solo “della punta di un iceberg che non tardera’ ad affiorare se da parte del Governo non si avra’ l’accortezza e il buon senso di concertare al massimo con le categorie”. Per la senatrice “occorre in primo luogo incidere in termini di fiscalita’ soprattutto nei confronti delle fasce forti dell’economia che devono farsi carico in misura maggiore della crisi”. “L’aver sottovalutato il movimento dei forconi – conclude Poli Bortone – e’ stato in tal senso un atteggiamento grave del Governo perche’ si e’ trattato solo della scintilla che ha fatto incendiare l’Italia intera”.