Code ai distributori a Lecce. Foto A.C. Continua la protesta degli autotrasportatori in Puglia, che sta provocando una corsa al rifornimento nelle stazioni di servizio e il rallentamento della circolazione stradale in varie zone della regione.

A Bari la protesta e’ sempre concentrata sulla tangenziale dove decine di Tir, fermi su una corsia, costringono gli automobilisti a procedere quasi a passo d’uomo. Chiuse diverse stazioni di servizio che hanno ormai esaurito le scorte di carburante. Situazione difficile anche a Taranto dove prosegue il blocco dei Tir all’ingresso della raffineria Eni. Nelle prime ore del mattino e’ stata fatta uscire solo una cisterna per il rifornimento dei mezzi pubblici e di soccorso. Traffico rallentato anche sulla statale 100 all’altezza di Mottola dove gli autotrasportatori, con i loro Tir, occupano le corsie esterne della carreggiata. Al momento non si segnalano comunque incidenti.
Lunghe code ai distributori di benzina si sono registrate nella serata di ieri in tutte le citta’ della Puglia a causa della psicosi che si e’ diffusa tra gli automobilisti i quali hanno paura di restare senza carburante, dopo aver appreso la notizia del lungo sciopero annunciato dagli autotrasportatori. Numerosi distributori di benzina, anche a Lecce, hanno chiuso prima dell’orario previsto a causa dell’esaurimento del carburante.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

venti − 1 =