Prosegue a gennaio la programmazione dell’Istanbul Cafè di Squinzano (Le), uno dei più longevi e apprezzati live club del Salento, che anche quest’anno proporrà serate tra rock e reggae, metal e ska, dub ed elettronica, live e dj set.

Venerdì 6 gennaio (ingresso 3 euro) appuntamento con la band hardcore tarantina S.F.C. (So Fucking Confused), una delle band più longeve e rispettate nella scena punk-hardcore italiana. Dal 1991 sono passati vent’anni e loro sono ancora là. Il loro modo di essere, nonostante i problemi e continui cambi di formazione, è rimasto fedele alla linea sempre di un impatto deciso e senza compromessi.

Sabato 7 gennaio (ingresso 5 euro) tappa pugliese per il campionato nazionale di deejaying. L’Italian dj competition è una gara fra deejay per il genere musicale “Black Music: Jazz, Blues, Swing, Soul, Funk, Rap, R&B, Reggae e Dancehall”. La competizione farà tappa in quasi tutte le regioni d’Italia. Verrà selezionato un deejay per ogni regione che avrà accesso alla finalissima dove si batterà a colpi di Black Music con tutti gli altri campioni regionali per aggiudicarsi il trofeo e il titolo di Italian Champion Dj 2011, un premio in denaro e la possibilità di esibirsi sui migliori palchi italiani. Ogni Deejay avrà a disposizione 15 minuti di tempo per effettuare la propria esibizione durante la quale deve obbligatoriamente alternare almeno 2 dei vari generi appartenenti alla Black Music. A votare sarà il pubblico presente in sala e due giudici. Verranno premiati soprattutto lo stile, l’originalità e la tecnica del dj. In consolle si alterneranno Dj Spike a.k.a Young_Quick RmX (outta Kick Side Crew), Dj WP (outta SouthFam S.U.D.), Dj Dose (funk sulu production), Morello Selecta, Adriano (outta Lumera), Dj Piccolo, Jecko (outta Zuingo Youth), Poison Dj, Dj Postino (outta Heart on Fire,Papa Ricky), Donato (outta Faital Sound), Dj Charly (outta Kick Side Crew), Mistah Mad Rubio, Tamy Selecta (outta Fatalinfama), GFK, Samù Shalom.

Ospiti della serata Terron Fabio dei Sud Sound System e Dj Cordella. In apertura Radical Weed.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.