In questi giorni a Torre Lapillo una  ditta di Carmiano provvederà a sostituire le palme abbattute a causa del punteruolo rosso con ca. 30 splendidi esemplari di olivo, donate dalla stessa ditta al Comune di Porto Cesareo.

L’iniziativa nasce dal volere dell’Amministrazione Comunale, e in particolar modo dell’Ass. Antonio Greco, delegato all’ambiente, di donare un volto nuovo al territorio cittadino, e in particolar modo a  Torre Lapillo, splendida località marittima, che a causa del punteruolo rosso ha visto pesantemente depauperato il proprio patrimonio paesaggistico. Ciò consentirà di ripristinare le zone verdi della splendida marina che durante il periodo estivo diventa meta di migliaia di turisti provenienti da ogni parte dell’Italia e d’Europa.
Parole di elogio vengono pronunciate dall’Ass. Antonio Greco «Torre Lapillo è un fiore all’occhiello del nostro turismo balneare, dunque, abbiamo voluto destinare questi splendidi esemplari, donati alla nostra Amministrazione, proprio a Torre Lapillo, con il preciso intento di sostituire le palme infettate dal famigerato punteruolo rosso, parassita che oramai si sta espandendo a macchia d’olio,  creando numerosi disagi non solo al nostro paese ma anche a livello nazionale. La decisione di sostituire, poi, queste palme con olivi nasce del volere di ripristinare il paesaggio con la piantumazione di alberi che rappresentano il simbolo della nostra terra e che tanto bene si sposano con la nostra macchia mediterranea».
Le piante di olivo, verranno collocate a Torre Lapillo nei giardini di Via Bonomi e nelle aiuole di Via Pontano.

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

10 − cinque =