Credeva di avere in pugno la situazione un commercialista 45enne di Lecce, accusato di tentata estorsione e per questo denunciato in stato di libertà. L’uomo avrebbe tentato di far rinunciare al dipendente di una rivendita di alimentari, qualsiasi diritto o somma di denaro che sarebbero derivati da 38 anni di lavoro.

 

Secondo la ricostruzione dei fatti raccontati dalla stessa vittima che non ha ceduto all’estorsione, il commercialista, per garantire un ingiusto profitto al suo cliente, titolare del negozio di alimentari, avrebbe escogitato di far rinunciare al dipendente il ricavo dei suoi 38 anni di lavoro, minacciandolo di denunciarlo alle forze dell’ordine per alcuni ammanchi dalle casse del punto vendita, registrati e attribuibili alla vittima e calcolabili in qualche centinaio di euro. Questi però, avrebbe soppesato la situazione e non ritenendo giusto di dover rinunciare a tanti anni di lavoro, ha perciò deciso di denunciare il tentativo di estorsione ai carabinieri di Lecce, sfidando le possibili conseguenze. Il commercialista è stato perciò denunciato e deferito in stato di libertà.

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

tredici + uno =