Arriva la conclusione delle indagini preliminari per la tentata violenza di Natale dell’anno scorso. La presunta vittima è una quattordicenne del basso Salento che, nel corso di una festa, in casa di una signora di Taurisano, avrebbe subito un tentativo di abuso.

Sono due gli indagati: un ventiquattrenne ed un minore.

A coordinare l’inchiesta il sostituto procuratore Stefania Mininni e il procuratore del tribunale dei minori Maria Cristina Rizzo. La giovanissima presunta vittima sarebbe stata trascinata, sotto l’effetto dell’alcol, sul pianerottolo dell’abitazione. Nella confusione generale, i due l’avrebbero spogliata e avrebbero provato ad approfittare di lei. A riprova di ciò la ragazzina avrebbe riportato anche lividi sul collo e graffi sulle gambe. Il tentato abuso sarebbe stato confermato, anche se parzialmente, dalla quattordicenne nel corso dell’incidente probatorio che si è tenuto nell’ottobre scorso.

Ora gli indagati, assistiti dagli avvocati Luca Puce, Luigi Rella e Mario Urso, hanno venti giorni per chiedere di essere interrogati o per presentare eventuali memorie difensive prima che la procura decida se richiederne o meno il rinvio a giudizio.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

5 + 8 =