Foto Antonio CastelluzzoLa notte del 20 marzo dell’anno scorso, travolse con la sua auto un gruppo di tre persone, uccidendone due, sulla Nardò- Avetrana. Oggi è stato condannato a due anni di reclusione con pena sospesa.

Si tratta di Luca Deprezzo, 32enne di Galatone. In quel tragico incidente morirono due pedoni: Carmela Vitto, 54enne di Castrignano dei Greci e Maria Giovanna Rollo, 40enne, di San Donato di Lecce. Monica Cirignola, 34enne di Trepuzzi, invece rimase ferita, con una prognosi di 20 giorni. Si è tenuto nelle scorse ore il processo con rito abbreviato, davanti al gup Antonia Martalò. Il sostituto procuratore Antonio Negro aveva chiesto una condanna a 3 anni e quattro mesi di reclusione. L’imputato, assistito dall’avvocato Franco Orlando, accusato di omicidio colposo in violazione delle norme sulla disciplina della circolazione stradale, quella notte si fermò immediatamente a soccorrere le vittime

Era da poco trascorsa l’una, quando Deprezzo, all’altezza di via Bainsizza,a Porto Cesareo, travolse le donne, che ritornavano a casa dopo aver partecipato a una festa che si stava tenendo nell’hotel Villa Hermosa. Stavano attraversando la strada per raggiungere l’auto, ma l’uomo, a causa della scarsa illuminazione e dell’alta velocità, si rese conto troppo tardi dei pedoni. Quando giunsero i soccorsi delle ambulanze del 118 per le due vittime non c’era ormai nulla da fare.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

19 + 10 =