Detenzione ai fini dello spaccio di stupefacenti: è l’accusa che ha fatto scattare le manette ai polsi di P. M., 33enne originario di Poggiardo, ma residente a Giuggianello.

Era controllato dai carabinieri, già da sabato scorso, proprio per le sue sospette visite in casa, che lasciavano presupporre un comportamento non proprio immacolato. Così i carabinieri, ieri mattina, hanno atteso l’uscita da casa della moglie che accompagnava i figli a scuola, e l’hanno aspettata per entrare nell’abitazione, per evitare di fermarla e intervenire alla presenza dei minori. Durante la perquisizione, i carabinieri hanno ritrovato un involucro contenente 278 grammi di marijuana all’interno dell’armadio nella cameretta dei figli, un involucro contenente 65 grammi di eroina nascosta in un armadio nel garage, 3 bilancini di precisione, materiale vario per il confezionamento delle dosi, la somma contante di € 1.130,00 ritenuta probabile provento dell’ illecita attività di spaccio. L’uomo è stato accompagnato dietro le sbarre di Borgo San Nicola