Finalmente il meritato riposo per il Primo Maresciallo Luogotenente di Cavalleria Sergio Spada, che ha prestato servizio presso il 5° Reggimento “Lancieri di Novara” e che dopo poco più di un quarantennio di rigore e fedeltà alla divisa depone armi e uniforme per lasciare il posto alla pensione, d’obbligo e assolutamente legittima alla luce di ben 42 anni di servizio ininterrotto.

Ebbene si, mai un giorno di riposo per il pluridecorato maresciallo leccese che ha appena festeggiato il suo addio alle armi con una grande festa che ha coinvolto tutta la comunità di Codroipo in provincia di Udine, dove è stato raggiunto da numerosi concittadini provenienti da Lecce, sua amatissima città Natale. La cerimonia ha avuto inizio con la celebrazione della Santa Messa e per seguire, in compagnia di amici e parenti, si è svolto un pranzo in suo onore, al fine di rendere il giusto riconoscimento per il traguardo raggiunto: “Ho sempre voluto fare il soldato e per me questo è stato l’onore più grande”, ha dichiarato.
Austero e inflessibile nel suo lavoro, vanta diverse missioni all’estero, prima in Bosnia nel 2000 e poi in Libano nel 2009, numerose le onorificenze e le medaglie ricevute e tantissimi i legami stabiliti con associazioni importanti.
Sergio Spada, un uomo che ha saputo tenere alto il prestigio dell’arma a cui apparteneva e che riempie di orgoglio la sua città di origine Lecce per essere stata la culla di cotanta abnegazione e dedizione.
Pamela Villani

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

1 + quindici =