Scoperto l’ennesimo caso di abusivismo edilizio. È stata la guardia di finanza di Gallipoli a identificare un immobile abusivo, realizzato in una zona agricola soggetta a vincolo paesaggistico, che sitrova in Marina di Alliste.

L’opera edilizia, ancora in fase di ultimazione, ma già accatastata come unità abitativa residenziale, è stata realizzata come ampliamento di due vecchi manufatti già esistenti di tipo rurale.
Le opere abusive individuate, ancora prive di infissi interni ed esterni nonché di servizi igienici ed impianti, sviluppano una superficie pari a complessivi 190 mq., oltre ad alcuni porticati per ulteriori 93 mq.
All’interno del complesso, delimitato da un muro di cinta, sono state realizzate, inoltre, alcune opere accessorie di ornamento e sistemazione esterna intorno al fabbricato, costituite da vialetti e colonne in muratura, estesi per circa 120 mq.
La struttura abitativa, risultata accatastata, è di proprietà di due coniugi origi-nari di Racale. I  responsabili sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Lecce per il reato di abusivismo edilizio.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

dodici − uno =