Il sostituto procuratore Carmen Ruggiero ha chiuso le indagini preliminari sul noto agente di molti artisti del piccolo schermo, Lele Mora, con l’accusa di diffamazione a mezzo stampa.

Nel corso di una puntata del programma televisivo “Pomeriggio cinque” avrebbe accusato ingiustamente l’ex tronista di “Uomini e donne” Giovanni Conversano, di avergli rubato delle carte di credito in occasione di una serata in cui lo stesso Conversano era suo ospite.
Subito scattò la querela. Il 32enne leccese fu anche ascoltato dal pm, a cui spiegò di non aver mai sottratto nulla a Mora, facendo anche delle precisazioni riguardo ai rapporti lavorativi tra i due. Ora Mora ha 20 giorni per presentare eventuali memorie o chiedere di essere ascoltato prima che la dottoressa Ruggiero decida se richiederne o meno il rinvio a giudizio.

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

diciotto − diciotto =