Foto Antonio CastelluzzoBanditi violenti. È caccia ad un commando di tre persone, armate e travisate,che non hanno esitato a prendere in ostaggio un dipendente 24enne e a ferirlo col calcio di un fucile alla testa ed alle gambe. L’assalto è stato portato a termine intorno alle 18, ai danni del distributore di benzina Q8, sulla Brindisi-Lecce, all’altezza di Squinzano.

I rapinatori hanno agito spostandosi a bordo di una vecchia Fiat Uno. Tutti erano incappucciati, mentre uno era armato di fucile. Dopo avere rapinato un cliente, che in quel momento stava effettuando il rifornimento, a cui hanno sottratto 50 euro, i banditi hanno puntato l’arma contro il dipendente addetto alle pompe, Cristian Renna, 24enne di Trepuzzi, costretto con la forza a consegnare loro 700 euro. All’interno del bar annesso alla stazione di rifornimento, però, qualcosa ha attirato l’attenzione dei banditi: il barista, infatti, approfittando di una loro distrazione, si era intanto defilato. Temendo che stesse allertando le forze dell’ordine, i rapinatori hanno così fatto irruzione nel bar, prendendo in ostaggio proprio l’addetto alle pompe. Una volta dentro, sono andati alla ricerca del barista, danneggiando a destra e a manca e sfondando anche la porta del bagno. Nel frattempo, però, era riuscito a divincolarsi da una uscita laterale e così i malviventi si sono “sfogati” sul dipendente, che è stato picchiato col calcio dell’arma e raggiunto più volte alla testa ed alle gambe. Soltanto dopo i banditi sono risaliti sull’auto e si sono dileguati.
Il Foto Antonio Castelluzzodipendente, soccorso da un’ambulanza, è stato trasportato al Vito Fazzi di Lecce per accertamenti, mentre la stazione di servizio è stata raggiunta dai carabinieri del norm della compagnia di Campi Salentina e dai militari del Nucleo Investigativo della Compagnia di Lecce, che hanno avviato le ricerche dei rapinatori violenti.

Al vaglio dei militari, le immagini immortalate dalle telecamere di videosorveglianza.