Un’azienda salentina, di “riparazione di apparecchi elettrici, elettronici e radiotelevisivi”, con sede in Taurisano, ha evaso totalmente le tasse negli anni 2007 e 2008, evadendo circa 600 mila euro sia ai fini IRES che IRAP, oltre al mancato versamento dell’IVA per circa 130 mila euro

ed all’indebita deduzione di costi pari a circa 25 mila euro. Lo ha scoperto la guardia di finanza di Casarano che ha denunciato l’imprenditrice alla Procura della Repubblica , e l’ha segnalata all’Agenzia delle Entrate per il recupero delle imposte e per l’applicazione delle misure cautelari sui beni patrimoniali, a garanzia del credito erariale.

I finanzieri hanno scoperto anche che l’azienda aveva omesso di tenere alcune scritture contabili obbligatorie, allo scopo di non permettere la ricostruzione del reddito non dichiarato ma effettivamente prodotto.