Massimo Buonerba ha accusato un malore in carcere, ed è stato trasportato d’urgenza al pronto soccorso del Vito Fazzi di Lecce. L’episodio risale alla mattinata del 14 febbraio scorso.

Nessuno però sarebbe stato avvisato, né la famiglia, né il suo legale Sabrina Conte.“Trattare così una persona è disumano”- afferma la difesa che solo due settimane fa aveva richiesto la scarcerazione dell’ex consulente giuridico dell’ex sindaco di Lecce Adriana Poli Bortone, coinvolto nell’inchiesta sul filobus. La richiesta è stata già rigettata dal gip Antonia Martalò, sulla scorta di una perizia condotta dal cardiologo Giuseppe Ruberti e dallo psichiatra Domenico Suma. Per i due medici le condizioni di salute del professore leccese sarebbero compatibili col regime carcerario. Di parere contrario la difesa, che ha intenzione di nominare un cardiologo che dovrà effettuare una consulenza di parte.

Buonerba si è sentito male nel cortile di Borgo San Nicola, nel corso della sua ora d’aria. Subito lo hanno soccorso alcuni detenuti, che hanno avvisato l’infermeria. Dopo mezz’ora il trasporto d’urgenza al Fazzi, da cui però sarebbe stato immediatamente dimesso.

Dell’episodio la procura è stata avvisata solo ieri.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

4 × tre =