Senza sosta il lavoro della compagnia della Guardia di Finanza di Lecce, che questa volta si è spinta fino in Campania per rintracciare un 43enne campano colpevole di ricettazione.

O.M., è stato deferito alla Procura della Repubblica di Napoli, dopo una serie di indagini scaturite dalla denuncia di un cittadino leccese al quale ignoti avevano clonato un titolo di credito che la vittima deteneva regolarmente nel proprio carnet di assegni.
In sintesi, il denunciante, accortosi che alcuni individui avevano incassato il titolo di credito del valore di 46.420,00 euro recante peraltro la firma apocrifa, procedeva a formalizzare la querela contro ignoti a seguito della quale venivano svolti gli accertamenti bancari ed amministrativi del caso al fine di individuarne gli autori.

Le indagini svolte ed incentrate sulla zona campana dove è stato probabilmente “clonato” il titolo di credito hanno consentito di risalire, mediante anche la testimonianza di alcuni giratari del titolo a loro volta danneggiati dalla vicenda, al soggetto che ha posto in circolazione il predetto assegno, individuandolo nel quarantaquattrenne campano, che adesso deve rispondere del reato di ricettazione e inottemperanza all’ordine impartito dall’Autorità.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

2 + dieci =